GNAM BOX

Gnamboxhome

GNAM BOX
Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, 30 e 31 anni.
Graphic ed interior designer, scrittori, cuochi e blogger.

“Incontriamo” virtualmente Stefano e Riccardo, che per noi, come per tutti, sono Gnam Box.
Sono artisti ed inventori di un qualcosa che non si può definire ma che unisce una tavola, degli ingredienti, alcuni amici ed un blog.
Fondato nel 2012 e trasformatosi subito in un grande successo, oggi questi giovanissimi hanno pubblicato un libro “In Food We Trust”, collaborato con Expo e il Salone del Mobile, diventando un solido punto di riferimento nel settore del food.

Il tuo motto
S: L’ho imparato da una delle nostre ospiti, Uberta Zambelletti ed è “Wait and See” come il nome del suo bellissimo negozio in Via Santa Marta a Milano.
R: Ovviamente per entrambi varrà sempre IN FOOD WE TRUST. Dopo una recente esperienza con lo chef Norbert Niederkofler è Work Hard. Party Harder.

Presentati in tre righe
S: Vale anche in tre parole? Testardo, ansioso e (spesso) felice.
R: Assolutamente distratto e un po’ smemorato. Cerco sempre di sorridere davanti alle difficoltà. Sono molto testardo.

Cosa sognavi da bambino
S: Prima di diventare un veterinario e poi di fare il fotografo.
R: Un classico: l’astronauta!

Che cosa fai ora?
S e R: Insieme a Riccardo ci occupiamo a tempo pieno di Gnam Box. Il tutto nasce dalla voglia di condividere una passione e agire in libertà. Ci siamo innamorati della bellezza del cibo, della semplicità della buona cucina e della felicità di conoscere nuove persone attorno ad un tavolo. Abbiamo messo tutto online, raccontando quello che ci piace, chi incontriamo, cosa cuciniamo e con chi ceniamo. Ci siamo inventati un lavoro. GNAM BOX è una rivoluzione che parte da una cucina di Milano e vuole conquistare nuovi confini. È il nostro amore!

1391793_607865609269587_1204745421_n

In che modo i tuoi studi hanno influito sul tuo percorso professionale?
S: Io ho studiato grafica e ho lavorato per alcuni anni in un’agenzia di comunicazione. Sicuramente i nostri percorsi professionali, anche se lontani dal mondo cucina, ci hanno permesso di affrontare il tutto con una visione ed una progettualità diversa.
R: Io sono Interior Designer e ho lavorato in diversi studi occupandomi di set design, interior, architettura e grafica.

Gli errori che non rifaresti
S: Entrambi ci siamo pentiti di non aver fatto un’esperienza all’estero ma ci stiamo riflettendo seriamente. Never say never.

Cosa sogni oggi?
S: Di continuare a lavorare a Gnam Box con la stessa passione e spensieratezza dell’inizio.
R: Di poter viaggiare il più possibile scoprendo nuove culture, sapori e tradizioni.

Se potessi scegliere, in quale città vivresti?
S: In questo momento New York City.
R: Rio de Janeiro.

La tua serata più divertente?
S: A cena con tanti amici, cucinare insieme, prepare cocktail e poi finire sul divano a guardare video su youtube o film horror.
R: Guardare tantissimi telefilm insieme a Stefano.

La tua domenica?
S: Dipende dal mood. O in tuta tutto il giorno guardando serie tv oppure sveglia presto e gita fuori porta.
R: A pranzo con tanti amici. Ognuno porta qualche cosa e ci si diverte insieme.

I tre posti/tips senza i quali non potresti vivere?
S: Sono talmente volubile che mi è impossibile rispondere. Comunque tutti posti in cui sentirsi a casa.
R: Un buon posto dove fare colazione, una trattoria in cui sentirsi a casa e un parco dove rilassarmi.

Una persona da seguire su instagram?
S: @aguynamedpatrick
R: @inayali

www.gnambox.com

1510726_825565057499640_6497349497604642967_n

481786_440322906023859_54204794_n

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *