LIBRI BELLI – LIVIA SATRIANO

Livia_Satriano_MadMap

Abbiamo avuto la fortuna di conoscere Livia sul lavoro. Uno dei regali più belli che un lavoro ti può lasciare a volte sono i colleghi e per noi è andata proprio così. Capelli corti alla maschietta, sguardo dolcissimo, amante del vintage, sembra uscita da un film degli anni ’60. Appassionata di ricerca e di libri, ne ha scritti due in tema musicale, ha lanciato da poco il suo e-commerce Libri Belli.

Livia Satriano, 29 anni, Founder @ Libri Belli 

Il tuo motto
“Curioser and curioser!”

Presentati in tre righe
Mi occupo di comunicazione e ricerca, mi piace scovare chicche dal passato.

Dove sei cresciuta
Napoli.

Cosa sognavi da bambina
Volevo fare l’archeologa, non sono bene il perché in realtà. Ma a ripensarci, non è poi così lontano da quello che faccio adesso.

Che cosa fai ora
Ho appena lanciato un piccolo sito ed e-shop che si chiama Libri Belli (libri-belli.it). Ci raccolgo libri italiani vecchi, con copertine belle e che trattano di argomenti curiosi e divertenti.

Screen Shot 2017-03-28 at 5.37.23 PM Screen Shot 2017-03-28 at 5.39.00 PM Screen Shot 2017-03-28 at 5.38.48 PM Screen Shot 2017-03-28 at 5.38.21 PM Screen Shot 2017-03-28 at 5.37.40 PM Screen Shot 2017-03-28 at 5.37.55 PM

Come ci sei arrivata
Fin da piccola ho sempre avuto una passione per le “cose del passato” (che fossero film, libri, musica, oggetti o abbigliamento…). L’idea di Libri Belli mi è venuta perché sono anni che raccolgo in giro per mercatini e librerie libri che in qualche modo catturano la mia attenzione: a volte basta solo la copertina, altre volte il titolo o un dettaglio.

In che modo i tuoi studi hanno influito sul tuo percorso professionale
Mi sono laureata in Linguaggi dei Media e poi ho sempre lavorato nell’ambito della comunicazione, a più livelli. Ho pubblicato due saggi di musica (sulla scena newyorchese anni ’70 e sugli anni ’80 italiani), faccio ricerca visiva e iconografica e mi occupo della sezione vintage di LaDoubleJ.com, un magazine shoppable con base qui a Milano.
Non considero il mio percorso di studi fondamentale per quello che ho poi fatto professionalmente. Ho scelto Linguaggi dei Media proprio perché i media e la comunicazione mi interessavano ed era il mondo che sentivo a me più affine, ma quello che ho imparato all’università e le prime esperienze lavorative mi hanno aiutato più che altro a capire quello che non volevo fare e a trovare una mia strada. Ho sempre cercato di seguire quello che più mi appassionava e di coltivare i miei interessi a prescindere dall’istituzione scolastica e se hai una passione forte prima o poi riesci a trasformarla anche nel tuo lavoro o comunque a portarla in qualche modo anche all’interno di quello che fai.

Gli errori che non rifaresti
Je ne regrette rien, cantava Edith Piaf

Cosa sogni oggi
Vorrei continuare a vedere e scoprire cose che ancora non conosco e che sono in grado di sorprendermi ed entusiasmarmi. Proprio per questo prima citavo l’Alice di Carroll quando esclama “Curioser and curioser!”

Se potessi scegliere, in quale città vorresti vivere
Probabilmente Parigi, è una città che mi piace molto. Peccato non sappia parlare francese, ma in qualche modo prima o poi recupererò.

La tua serata più divertente
Fare in un’unica serata tutto quello che mi sarebbe piaciuto fare nel corso dell’ultimo anno. È successo il giorno del mio compleanno.

La tua domenica
A zonzo per mercatini dell’usato la mattina, relax sul divano con libri e film il pomeriggio. Dico sempre che le domeniche mi rattristano, ma sotto sotto questa malinconia forse un po’ mi piace.

I tre tips senza i quali non potresti vivere
Se vi capita di passare per la zona sud-est di Milano, è d’obbligo un giro al mercato delle pulci di Piazzale Cuoco, poi fate un salto in una delle mie “piccole librerie” preferite, Rive Gauche, dove troverete tantissimi libri di tutte le epoche e per finire cena alla Trattoria Masuelli, un’istituzione.

Una persona da seguire su Instagram
Ne dico due: @idea.ltd perché hanno i libri più belli e @bandini3000 perché mi piacciono moltissimo i suoi scatti.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.