PASQUALE SENATORE

11429725_483565345133620_8535203100647741543_n

Pasquale Senatore, Salerno
28 years old, CEO Biancamore

Incontriamo Pasquale dopo un anno, alla Pescheria Da Claudio per un pranzo al volo dopo esserci rincorsi tra Londra, EXPO e costiera amalfitana.
E’ sempre come lo abbiamo lasciato all’università, un signore dai modi e sorriso del sud, capa tosta e un cuore grande. E ce l’ha dimostrato ancora una volta con Biancamore.

Il tuo motto
Looking forward

Presentati in tre righe
Instancabile lavoratore, visionario, caparbio, amante della propria terra e delle proprie origini.

Dove sei cresciuto
Paestum.

Cosa sognavi da bambino
Di fare il broker. [Ed è per questo che ho fatto economia]

Che cosa fai ora
Vivo a Salerno e seguo l’azienda di famiglia, un’azienda agricola, uno stabilimento balneare e, soprattutto, Biancamore.

Biancamore, ci spiega meglio Pasquale, nasce ad agosto 2013 dall’intuizione di sua sorella Daniela. Dallo sforzo di due giovani che ad un pranzo di Pasqua decidono di mettersi in gioco e di lanciarsi una sfida creando un’azienda. L’idea guida è essere glocal, ovvero avere una visione globale ma con un lavoro locale.

Tutto ruota attorno al concetto di ME TIME, ovvero il concetto nato in US e UK che vuol dire ‘benessere di se stessi’. Vuol dire prendersi tempo per se stessi, coccolarsi, mangiare bene come curarsi. Il buon cibo e la spa a casa propria. Biancamore racchiude tutto questo ‘quality time’.

I prodotti sono la saponetta (da dove tutto nacque), la crema corpo e mani, il bagnoschiuma, il detergente e lo scrub. Ora sta prendendo vita anche la courtesy line negli alberghi e relais 4-5 stelle. Venduti sia tramite e-commerce che tramite alcuni punti vendita selezionati come a Venezia, Brescia, Roma ed ovviamente Napoli.

[Biancamore ci ha sempre intrigato perchè per noi è geniale, sono prodotti che nascono dal latte di bufala. Insomma una mozzarella di bufala spalmabile. Noi l’avevamo provata in anteprima tramite un amico, la crema mani, ed è stato amore a prima vista.]

kit

 

Come ci sei arrivato
E’ stata un’intuizione di mia sorella Daniela, che ha unito tradizione ed innovazione. Biancamore è il risultato di mozzarella e cosmesi, è frutto di marketing ma di ricerca. Infatti tutti i prodotti sono fatti con latte di bufala che è antiage, perchè combatte le molecole del ferro presenti nell’ambiente che causano l’invecchiamento della pelle.

[Daniela ha studiato economia, ma ha sempre lavorato per colossi del beauty – health care. Tornata a Salerno per amore inizia con ricercatori a vedere cosa si può fare. Pasquale con le sue capacità analitiche e finanziarie la aiuta. E così si crea il connubbio perfetto.]

In che modo i tuoi studi hanno influito sul tuo percorso professionale
Tantissimo. L’università Bocconi mi ha insegnato tutto ciò che è accounting, mi ha dato una visione di insieme, quel quid in più che ti da grinta.

Gli errori che non rifaresti
Nessuno. Gli errori servono per migliorare, è la filosofia del fallimento inglese: se non fallisci non impari.

Cosa sogni oggi
Che Biancamore cresca, che sia un brand italiano legato al concetto del ‘me time’.

Se potessi scegliere, in quale città vivresti
A casa mia.

La tua domenica
Mare ed aperitivo davanti ai templi di Paestum con gli amici.

I tre tips senza i quali non potresti vivere
South Point a South Beach – tutti devono fare un’esperienza all’estero. Il tramonto ai templi di Paestum. Il lavoro (Biancamore, il lido Conchiglia e il Caseificio Barlotti).

Una persona da seguire su instagram
@mad_map

Biancamore_Landscape

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.