SLIDING ARTS

Elena portrait

Elena Bozzo, 27 anni
Founder & CEO Sliding Arts, Roma

Il tuo motto
Lo stesso dell’ Amerigo Vespucci, nave scuola della Marina: “Non chi comincia ma quel che persevera”

Presentati in tre righe

Meglio tre parole: determinata, idealista, entusiasta

Dove sei cresciuta
Roma

Cosa sognavi da bambina
Volevo aprire una mia edicola, così avrei potuto leggere Topolino per prima il mercoledì mattina,
appena arrivava.

Che cosa fai ora
Dirigo Sliding Arts, vetrina culturale e agenzia di comunicazione e pubbliche relazioni operativa a livello nazionale e internazionale, che ho creato; inoltre lavoro per una delle principali agenzie di stampa italiane. Sliding Arts sta raggiungendo traguardi importanti: in particolare, quest’anno ha collaborato insieme al Principato di Monaco come media partner di diversi eventi culturali organizzati dall’Ambasciata d’Italia e realizzato il catalogo ufficiale del “Mese della Cultura e della Lingua Italiana” a Montecarlo.

Screenshot Home Page Sliding Arts

Come ci sei arrivata
Per me è sempre stato essenziale fare con passione il mio lavoro ed essere indipendente. Così, dall’inizio della mia carriera, ho alternato ruoli manageriali a esperienze divulgative del mondo culturale. Ho fondato Sliding Arts per far diventare realtà il mio interesse per le arti ma è stato il percorso professionale che ho scelto a permettermi di acquisire le capacità per far crescere Sliding Arts. Con i miei colleghi, Alberto Palermo e Chiara Di Gianlorenzo, c’è una grande intesa e quello che ci rende vincenti è il sacrificio e la coesione del gruppo. Dopo molte trasferte e migliaia di km in giro per l’Italia, il nostro team è molto affiatato.

In che modo i tuoi studi hanno influito sul tuo percorso professionale
La formazione umanistica e classica è stata fondamentale. Sono sempre stata portata per le lingue antiche e moderne e amavo molto la letteratura greca, italiana, inglese e americana. Riuscivo bene in arte. Queste sono discipline che ho sempre continuato a coltivare. Gli studi in Scienze Politiche sono stati determinanti per darmi basi che mai avrei approfondito da sola. L’università mi ha insegnato ad essere pragmatica e realista, doti essenziali nel campo manageriale. La LUISS in questo è stata una grande scuola.

Gli errori che non rifaresti
Rifarei tutto quello che ho fatto, errori compresi.

Cosa sogni oggi
Lavoro per realizzare quello che sogno: una casa e una famiglia. E, professionalmente, mi auguro di
continuare così.

Se potessi scegliere, in quale città vorresti vivere
Mi piace viaggiare e ho vissuto all’estero ma sto bene in Italia. Gli anni passati a Milano sono stati molto belli ma quando si è trattato di scegliere ho preferito Roma.

La tua serata più divertente
Ultimamente a Montecarlo con Chiara e Alberto: una serie di imprevisti e incontri inaspettati hanno
reso divertentissima una serata post lavoro.

La tua domenica
Sveglia presto ma mattina lenta. A volte brunch. Poi mi dedico alle mie passioni e a Sliding Arts: l’arte, la moda, la letteratura, la musica, il cinema, i viaggi. Mi piace molto andare in moto. Mi dirigo dove c’è qualcosa da imparare o da scoprire. O dove posso rendermi utile.

I tre tips senza i quali non potresti vivere

  • –  Jasmine tea da Fortnum & Mason a Londra o mint tea nei riad del Marocco
  • –  I rami dell’araucaria della Collina Belvedere di Santa Margherita Ligure
  • La sensazione di appartenenza provata al Castello di Miramare a Trieste

Una persona da seguire su Instagram
@queenrania

Prossimo progetto/evento in programma?

In questi giorni, Sliding Arts sta collaborando all’organizzazione di una mostra sull’arte della danza presso la Maison de France di Monaco e abbiamo in programma altre rassegne culturali nel 2016. In Italia, a breve copriremo e seguiremo gli eventi della Festa del Cinema di Roma.

Sliding Arts team didascalia

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *