SUNYOUNG LEE – Theory of Gaia

Sunyoung Lee

Sunyoung Lee
27 anni, Co-founder Theory of Gaia, Milano

Ci hanno raccontato molto di lei perchè, oltre ad essere una cosmopolita coreana che vive tra New York e Milano, tutti la conoscono, ed ha appena lanciato un e-commerce con un concept tutto suo. Noi, incontriamo Sunyoung per un brunch domenicale. Apparentemente molto timida nel suo mondo, in realtà dopo un veggie burger e patatine, si scopre molto determinata e perfetta nei dettagli e nella vita di ogni giorno. Un mix perfetto tra Asia ed Europa con un tocco americano che rende il suo genio unico.

Il tuo motto
Devi provarci sempre.

Presentati in tre righe
Decisa, molto easy, creativa.

Dove sei cresciuta?
Seoul.

Cosa sognavi da bambina
Diventare una pittrice.

Che cosa fai ora
Ho un mio sito di e-commerce, Theory of Gaia. L’idea è nata dopo essermi trasferita a Milano dove, frequentando una scuola per imparare l’italiano, ho incontrato quella che poi sarebbe diventata la mia socia. Lei era qui per amore, io per studiare. Ci accomunava il fatto che entrambe, io dalla Corea del Sud e lei da New York, compravamo vestiti di design ad un ottimo prezzo. Ci siamo rese conto che invece a Milano era impossibile trovare questa via di mezzo e allora ci siamo dette: “Perché non farlo?”.

Volevamo offrire l’opportunità di essere glam senza dover risparmiare rinunciando a cene fuori o viaggi.

Sunyoung-Lee-02

Come ci sei arrivata
Sono cresciuta a Seoul in una famiglia di fashion designers. Ho studiato arte per vent’anni alla Seoul Art School. Finiti gli studi ho capito di voler lavorare nel campo della moda, non come creativa, ma occupandomi di business. Così con la mia famiglia abbiamo preso in considerazione due capitali della moda Parigi e Milano. Quest’ultima era la più forte sul campo della moda maschile, in cui c’era molta domanda al tempo e poca offerta. E’ stata una scelta ragionata in base alle opportunità di lavoro, così ho scelto l’università Bocconi, a Milano. La mia socia invece ha studiato al FIT, Fashion Institute of Technologies, di New York.

In che modo i tuoi studi hanno influito sul tuo percorso professionale
I miei studi mi hanno preparata non solo in ambito manageriale ma anche in campo creativo. E questo mi ha permesso di avere una visione d’insieme delle cose.

Gli errori che non rifaresti
Avendoli già fatti, li rifarei tutti, è così che impari!

Cosa sogni oggi
Non guardare il pc per una settimana.

Se potessi scegliere, in quale parte del mondo vivresti
1/3 a Milano, 1/3 a Seoul, 1/3 a NY.

La tua serata più divertente
Il mio compleanno a New York: cena con amici e sorella da Aria nel West Village e poi a ballare da Employees Only, per finire la mattina all’alba in aeroporto e tornare a casa.

Oppure, sempre a New York, una serata organizzata da ReSolute su una barca nell’Hudson River. Quella sera suonavano i Tale of Us… Spettacolare.

La tua domenica
In palestra alla Virgin, un po’ di lavoro e qualche serie coreana in Tv!

I tre tips senza i quali non potresti vivere?
La trattoria Ottimofiore in via Bramante a Milano. Cucina siciliana, vado matta per il loro misto crudo e la pasta alla Norma.

Cantine Isola, dopo Ottimofiore, per un bicchiere di vino in via Paolo Sarpi. Uno dei pochi italiani nel quartiere cinese.

La spesa al mercato di via San Marco il giovedì o a quello di via Fauche il sabato.

Una persona da seguire su instagram?
@theoryofgaia e la mia amica Maria Host @maria_grazia_it

Sunyoung Lee

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.