BERGAMO: CITY GUIDE

Bergamo01

A neanche un’ora da Milano c’è Bergamo. Città particolare che si divide tra città alta e città bassa: Berghem de ura e Berghem de ota. Circondata da colli, valli e montagne è sicuramente una piacevole toccata e fuga per un weekend. Ciò che contraddistingue Bergamo è il girovagare a piedi per la città godendo di scorci pittoreschi e viste panoramiche. Regala infatti un piacevole soggiorno creato da un mix cittadino e campagnolo.

CITTA’ BASSA
Sicuramente molto meno caratteristica di Città Alta non perde il suo perché di cittadina vivibile.

COSA FARE
Principalmente ci sono due cose da fare, la prima passeggiare per le vie del centro per fare shopping. La seconda visitare l’Accademia Carrara e la GAMEC.

Se volete fare shopping per le vie del centro, camminate per tutto il Sentierone, ovvero da via Tasso a Piazza Pontida, percorrendo via XX Settembre, la via dei negozi. In piazza Pontida non fatevi scappare Coffee.n.Televisiøn, negozio di design e d’avanguardia, e Flamingo, strambo negozio di vestiti. Fermatevi per un tè con torta da Sweet Irene, per un gelato alla Gelateria Romana -che produce gelati artigianali mischiando gusti ed ingredienti- e per una merenda nello storico Balzer davanti al teatro Donizetti.

Se siete interessati all’arte italiana e straniera tra Cinquecento e Ottocento l’Accademia Carrara è tutta da scoprire, altrimenti la GAMEC offre spesso mostre importanti d’arte moderna e contemporanea.

DOVE MANGIARE
La Valtellinese
Un ristorante con cucina tipica a base di formaggi, salumi e carne.
Un ambiente particolare con luci soffuse ed atmosfera intima fatta di legno e piante.
Ottimo per cena.

La Giuliana
Una trattoria con una storia tutta sua, tutta della proprietara: la Giuliana. Vi accoglie con sorriso, occhiali strani ed abbigliamento sempre glamour ed impeccabile (noterete la palla ed il cappello di LV all’ingresso). L’ambiente simpatico vi farà sentire a casa e la veranda che da sul bocciodromo nel retro con fiori, foto ed oggetti d’arredamento particolari vi farà rallegrare.
Ottimo prezzo per un pranzo o una cena senza pretese.

DOVE BERE
Roof Garden
E’ sicuramente uno dei posti più belli e scenografici della città, se non del mondo. Un roof top bar moderno che vi regala una vista mozzafiato su tutta Bergamo. Trovandosi in città bassa domina sia città bassa che città alta che sembra essere ad un palmo di mano da voi. Potete prendervi un drink al tramonto o dopocena oppure decidere all’ultimo di fermarvi qui a cena dopo l’aperitivo.

Le Iris
Caratteristico perché sembra di entrare in una casa, Le Iris è un posticino carino in cui sia d’estate che d’inverso si possono sorseggiare buoni gin tonic e buoni vini. Da fuori lo riconoscerete per l’ingresso con cancello grigio e palle da esterno con lucine.
E’ possibile anche cenare, noi consigliamo il dopocena.

CITTA’ ALTA
Innamoratevi e camminate a testa alta girando su voi stessi.
Città alta è un borgo medioevale che sorge in collina circondato da mura e porte di accesso alla città.

COSA FARE
Corsarola
La via principale che porta da Colle aperto alla Funicolare, una stradina graziosa e stracolma di negozietti. Sulla via non perdete il Teatro Sociale appena ristrutturato, le leccornie di Mimì, i cerchietti di Evelyne Aymon e i tranci di pizza da comprare da Tresoldi (e da mangiare sulle mura oppure sotto il porticato della biblioteca Maj in Piazza Vecchia. Una chicca è la latteria davanti a Tresoldi, un tuffo nel passato). Incontrerete sulla via la torre del Gombito, così chiamata poiché incontro tra meridiani e paralleli, su cui si può salire da marzo ad ottobre.
Ci sono scorci fantastici nelle viuzze laterali, tenete la corsarola come punto di riferimento e perdetevi nelle vie laterali, specialmente quelle che vi portano alle mura o al vecchio lavatoio dietro la torre del Gombito.

Le Mura
Simbolo di divisione tra città alta e città bassa, le mura medioevali racchiudono infatti tutta città alta lasciando l’accesso tramite quattro porte raffigurati san Marco, san Giacomo, san Lorenzo, sant’Agostino.
Percorretele a piedi per godere del panorama che, a cielo limpido, vi mostra Milano e le Alpi. D’estate fermatevi a porta san Giacomo, al ciringuito, per un aperitivo al tramonto oppure una cena con drink with a view.
Il percorso che vi suggeriamo è quello da porta sant’Agostino fino a Colle Aperto.

Piazza Vecchia
Si apre all’improvviso a metà della corsarola ed è una meraviglia, specialmente nelle giornate di sole. Entrate nella biblioteca Angelo Maj che racchiude grandi mappamondi di legno, nel duomo di Santa Maria Maggiore con accanto il battistero del Colleoni ed infine guardate la mostra in caso ci fosse nel palazzo della Ragione, vale la pena entrare anche solo per ammirare l’affresco.
Prima di entrare nel duomo, sotto i portici guardate il pavimento, dove tramite i raggi di sole potrete vedere che ora e che giorno è.
Se affamati prendete un trancio di pizza da Tresoldi e fermatevi sotto il porticato della biblioteca al sole, oppure se avete tempo e avete voglia di un pranzo bergamasco il sant’ambreous è quello che fa per voi. Per un aperitivo consigliamo il Bar Flora.
L’ultima domenica del mese, per gli appassionati, c’è il mercatino vintage.

San Vigilio
Uno dei colli che circonda Bergamo è San Vigilio. Ci si arriva a piedi oppure tramite la funicolare da Colle Aperto (essendo la camminata in salita può risultare una fatica seppur con vista). Qui si può accedere al castello oppure semplicemente fermarsi al Belvedere per un bicchiere di vino o al Baretto per un pranzo delizioso.

DOVE MANGIARE
La Marianna
Locale storico di Bergamo, è uno stop d’obbligo sia per la comoda posizione e lo spazio all’aperto, sia per essere pasticceria, gelateria e ristorante d’eccezione. Vi consigliamo di fermarvi per un gelato – poiché la tradizione narra essere il luogo d’invezione del gelato alla stracciatella, quindi prendete rigorosamente stracciatella, nocciola o pistacchio- per una colazione a base di brioches soffici fatte di pan brioches e cappuccio o per pranzo a base di panino alla crema di pollo o di brioches salata al crudo.

Bar Cavour
La pasticceria di Vittorio, a due passi da Piazza Vecchia è una bomboniera oltre che essere uno dei locali storici d’Italia. Già da fuori si intravede un ambiente viennese, confermato dal fatto che entrando sembra infatti di fare un salto indietro nel tempo. Cioccolatini, caramelle e pasticcini inondano vetrine e bancone, affreschi adornano il soffitto della caffetteria. Nella piccola sala da tè a sinistra sono imperdibili merende, colazioni e brunch domenicali.

Al Donizzetti
Se d’estate, il Donizzetti è la scelta ottimale. Vicino alla funicolare, sulla corsarola, ha pochi tavoli fuori e vi dà l’aria del pranzo della domenica rilassato con amici. Sedetevi fuori tra le colonne ed ordinate salumi, formaggi, casoncelli, polenta o ciò che più vi aggrada. I dolci, fatti in casa sono una delizia.

La Colombina
Una trattoria tradizionale bergamasca. L’ambiente è accogliente, casereccio ma ricco di dettagli. Pochi piatti che rappresentano a pieno la tradizione culinaria bergamasca a base di carne, casoncelli, polenta, formaggi e funghi.
Chiamate per prenotare e chiedete un tavolo in veranda vicino alla finestra per godere della vista. 

Il Baretto
Una vera chicca, un gioiellino curato nei dettagli sia all’esterno che all’interno che sorge a San Vigilio. Non economico, ma sicuramente scelta azzeccata per un pranzo o una cena da ricordare.

DOVE BERE
Ciringuiti
Sulle mura, d’estate, potet trovare i ciringuiti che vi offriranno da bere con musica ed un’incredibile vista sulla città bassa.

Bar della Funicolare
Ci sono quattro mini tavolini fuori sul mini balcone del bar, accaparratevene uno ed ordinate un bicchiere di vino o una birra al tramonto o dopocena. Avrete una vista romantica e meravigliosa su tutta la città bassa.

Belvedere
Sebbene non sia in centro, ma sul colle di San Vigilio, la via per arrivarci è sicuramente panoramica e particolare. Una volta arrivati capirete facilmente che il bar-terrazza è più che panoramico e particolare e facilmente vi farà rilassare in tre secondi senza volervi fare più muovere.

Relais San Lorenzo
Se volete prendere un aperitivo in terrazza oppure tra i resti medievali, il Relais San Lorenzo è sicuramente un ambiente unico e affascinante dove bere un aperitivo con amici oppure un luogo tranquillo per un appuntamento romantico.

CURIOSITA'
Ci sono posticini magici ed insoliti che potete raggiungere facilmente dalla corsarola.

La fontana del Lantro, una falda acquifera sotto terra visitabile, un misto tra una fontana ed un pozzo sotterraneo. Controllate l’orario perché spesso chiuso.

Il Chiostro di Santa Chiara è un ex convento, ora dedito ad aperitivi d’estate con vista. A La chiesa sconsacrata di Sant’Agostino in Porta dipinta domina città bassa e si apre in un parco dove potete rilassarvi oppure durante le sere d’estate prendere un drink per aperitivo e dopocena al ciringuito.

La Rocca è un ex fortezza da cui godere di un buon punto panoramico.

COME MUOVERSI
A Bergamo si arriva in macchina da Milano oppure in treno in circa quarantacinque minuti. Comodo è ovviamente l’aeroporto di Milano Orio al Serio, a dieci minuti dal centro.
E’ ben servita di autobus, tuttavia consigliamo la macchina, anche se dovete considerare che città alta è chiusa al traffico, specialmente le sere di venerdì e sabato e la domenica.
La funicolare collega città bassa con città alta, anche se vi consigliamo di andare dal centro di città bassa (il sentierone) al centro di città alta a piedi poiché la passeggiata sul viale è piacevole e in un’oretta sarete arrivati dove volete con calma godendo di un buon panorama.

DINTORNI
Se avete un’ora libera e avete voglia di scoprire i dintorni di Bergamo tante sono le gite fuori porta vicino a Bergamo. Se avete voglia di andare al lago vi consigliamo il lago d’Iseo, a Montisola. Un’isoletta che si raggiunge in traghetto e si gira in bici.
Oppure se volete fare un salto nella storia andate a Crespi d’Adda, un paese costruito sull’utopia di un imprenditore che aveva edificato attorno alla sua fabbrica un intero paese per i suoi lavoratori. Se volete respirare aria di terme e casinò andate a San Pellegrino Terme, paesino avvolto da un’aria retrò e paese dell’acqua frizzante più famosa al mondo, la San Pellegrino. Qui fermatevi da Bigio per pranzo o anche solo per comprare un pacco dei sui famosi biscotti a mezzaluna.
Se siete alla ricerca di qualcosa di enogastronomico immerso nella natura troverete sicuramente ciò che fa per voi a Scanzorosciate tra le viti di moscato oppure in val taleggio, luogo natio del formaggio taleggio.

Bergamo03

Bergamo02

 

 

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *