BRUXELLES: CITY GUIDE

IMG_0462Bruxelles è una città che ricorda il Parlamento Europeo, l’Atomium e la commissione Europea.
Tuttavia la città è ampia, pittoresca con la sua art nouveau, gli antiquari, i musei, i parchi, le brasserie, il palazzo reale e le campagne fiamminghe.
Cioccolati, waffles, patatine fritte con cozze e birra sono un altro motivo per andarci. Così come Tomorrowland.

TO DO
Bruxelles è città di reali, di cosmopoliti e di incontri sconosciuti. Regala buon cibo in tanti posticini da scovare. Sebbene non sia Londra, Parigi o Roma ha comunque tutto il suo perché.

  • Sablon, uno dei nostri quartieri preferiti. Con la piazzetta del mercatino dell’antiquariato domenicale è l’area dedicata agli antiquari e alle gallerie. Camminate a piedi dal Grand Sablon al Petit Sablon, un giardinetto stile rinascimentale con fontane e statue, fermandovi per la merenda in cioccolaterie e pasticcerie come Wittamer, Mary’s, Pierre Marcolini, etc. Se avete tempo arrivate fino alla corte di giustizia, un palazzo maestoso dall’altezza impressionate – specie se entrate – dal cui terrazzo si gode di un panorama magnifico di tutta Bruxelles.
  • Royal Palace, il palazzo reale essendo residenza attiva di re e regina del Belgio non si può visitare se non da fine luglio a settembre, ma è centrale ed imponente. In più sorge davanti ad un parco stupendo, antica riserva di selvaggina, oggi luogo di fuochi d’artificio e concerti.
  • Grand Place, la piazza più bella del mondo, a detta di Victor Hugo, e patrimonio dell’UNESCO. La sera illuminata e musicata, è un crogiolo di vie strette e trafficate ma molto pittoresche in perfetto stile belga. A pochi passi c’è Gallerie Saint-Hubert, la prima galleria coperta in Europa in cu fu proiettato il primo film dei fratelli Lumiere.
    E’ una zona molto trafficata, specie nel week-end, vale la pena fare una passeggiata veloce passando anche dalla Borsa e dal teatro Reale della Monnaie.
  • Mont des Arts, come dice il nome è la zona dei musei a Bruxelles. C’è il museo degli strumenti musicali, di Magritte, il palazzo delle belle arti – BOZAR, che noi amiamo – ed il museo reale delle belle arti con esposizioni temporanee come Chagall.
  • Passeggiare o fare pic nic a Bois De La Combre
  • Museum Van Bureen e Villa Empain due gioielli e case-museo art nuveau
  • Flea Market a Place du Jeu De Balle. Fantastico mercatino vintage tutti i giorni dalle 6am alle 2-3pm
  • Manne-ken and Jeanne-ken Pis. Per queste due statuette Bruxelles è famosa in tutto il mondo. Manneken-Pis, è una statuetta in bronzo che simboleggia lo spirito ironico belga. E’ difatti un bambino che fa pipì e si trova a due passi dalla Grand Place. Non tutti però conoscono Jeanne-ken Pis, ovvero la femminuccia che fa pipì accanto al Delirium.
  • Chocolate and Specoulous, una delle delizie del Belgio sono i waffles, gli specoulous e i cioccolati. I waffles – ne esistono due, uno di Liege più spesso e morbido e l’altro di Bruxelles, più croccante e fine – e gli specoulous, biscotti alla cannella, si trovano alla Maison Dondoy, ovvero il luogo che li ha inventati e dove vi consigliamo di andare. I cioccolati sono ovunque, le nostre praline preferite sono da MaryMARYS_mAD MAP
TO SLEEP
  • Le Berger, ve ne abbiamo gia’ parlato qui. L’ex ‘rendez-vous’ hotel con 66 stanze tutte con nomi di donna e arredate back in time. Top, anche per la posizione!
  • Yawn, non ci siamo stati ma ne abbiamo sentito parlare: 10 appartamenti/studio di deisgn dallo spirito vivace e moderno
BREAKFAST & BRUNCH

BREAKFAST:

  • Le pain quotidien, un fast food che però non può essere definito tale data l’alta qualità di bakery, quiches e torte. Ma soprattutto perchè nasce in Belgio. Noi amiamo il loro muesli ed è uno dei luoghi dove poter fare brunch seduti in tavolate di legno caldo o mangiare un boccone se di fretta con tanto di scelta e qualità garantita.
  • Cafè de la Presse, (ed il cugino Cafe’ du Sablon) un luogo berlinese-newyorkese in cui potete sedervi attorno a tavoli di legno ruvido o poltrone di velluto in condivisione. Prendete una torta di carote o un crumble alle mele e leggete uno dei magazine o giornali messi a disposizione.
  • Lulu Home Interior, un concept store molto carino, minimal e chiaro dove potrete fare colazione ed immaginare la vostra casa dei sogni
  • Wittamer, il luogo ideale per colazioni a base di pasticcini, torte e altre mini delizie buonissime.
  • Patisserie De Baere, per un croissant alle mandorle caldo on the go

BRUNCH: tutti gli indirizzi qui

LES FILLES_MAD MAP

LUNCH & DINNER
  • Les Brasseries Georges, un salto nel passato in uno dei locali più caratteristici e rinomati di Bruxelles. Un vera e propria brasserie con specchi, ornature in ottone e poltrone rosse. Il miglior ristorante per gustare la cucina belga.
  • Le Perroquet, nel Sablon, un angolo che riporta all’art nouveau che serve pita di pollo, maiale e vegetariane da gustare con ottima birra rossa.
  • Kokuban, per chi avesse voglia di giapponese, vero giapponese quindi niente sushi e sashimi ma di ramen, otsumami e zuke-don Kokuban è perfetto. E’ un’esperienza unica poiché la proprietaria e la figlia, vere giapponesi che quasi non parlano francese, conducono perfettamente il ristorante dal sapore minimal e tradizionale.
  • Au Vieux St Martin, per pranzi/cena classichette e chic in centro
  • Colonel, per una cena a base di bistecche e carne buonissima
  • Le Pré Salé, a gestione familiare a place saint-catherine, come entraste in una grande cucina con piastrelle bianche e tavoli in legno centrale. Riporta alle cucine di porto, e di fatti qui cozze e patatine fritte sono un must.
  • Les 2 freres, per una cenetta in un salotto di legno in puro stile belga. Tutto e’ buono, compreso lo zabaione!
  • Cowfish, cena a base di ‘tapas’ che non sono tapas ma combo di cucine delizione – come tartare di capesante e salmone, risotto tartufato o carne in salsa tataki di zenzero e miele
  • Bonsoir Clara, per una cena tra vetrate, gallerie e colori con cucina tradizionale
  • Gazzetta, per un piatto di pasta unico. Piccolissimo, con veramente due piatti del giorno. Top!
  • A l’ombre de Ville, scoperto per caso e non provato, ci ha attirato perche’ e’ come se si mangiasse in una casa country con fiori, pianoforte e cassette di verdure
  • Food Trucks, a Bruxelles sono famosissimi i truck che vendono cibo. Sono ovunque ed i principali vendono waffles e gelato o patatine fritte e mitraillettes, il famoso panino con carne e patatine fritte all’interno che per i belga è la nostra piadina/panino dopo il club.

PS le migliori cioccolaterie ve le sveliamo qui!

IMG_3343

TO DRINK
IMG_0389

  • Hortense, In un seminterrato di mattoncini rossi, con ingresso buio illuminato da candele Hortense è il luogo di un alchimista. Lui fa cocktail e la moglie serve e consiglia cosa prendere. I drink sono studiati e fatti come fossero pozioni magiche. Ambiente intimo e romantico ma non sdolcinato.
  • Delirium, il vero delirio. Il tempio sacro della birra. Qui infatti c’è un menù di mille pagine con tutte le birre. Vi consigliamo di prendere le ultime premiate scegliendo tra bionda o rossa, fruttata o secca.
    L’ambiente è pieno di giovani, tutto in legno con vassaio sul soffitto e targhe di birra alle pareti.
  • Cafe’ Belga, in Place Flagey, luogo di mercato durante il giorno, e’ il ritrovo dei giovani per birre tra amici
  • Ars Vinorum, una nuova enoteca italiana super cool and chill dove potrete anche cenare
  • Place du Luxembourg, con il beltempo la piazza si riempie. E’ il lugo di ritrovo, dietro il parlamento, del dopo lavoro. Bar che si affacciano sulla piazza in cui potrete prendere da bere ed immergervi nella folla belga in piazza.
TO DANCE

Per chi ha voglia di continuare con discodance consigliamo Jeux d’Hiver, un luogo più posh con lampade di cristalli, tavoli e musica commerciale. Se siete fortunati, il primo venerdì del mese davanti alla corte di giustizia c’è la serata Love.

GETTING THERE AND AROUND
  • Da Bruxelles potete poi fare una gita fuori porta. Potete andare a Waterloo, dove Napoleone fu sconfitto passando per le calme e pittoresche campagne belga di Lane. Oppure, a circa un’ora di macchina o di treno da Bruxelles, ci sono Brugges e Knokke.
  • Brugges è un gioiellino in stile fiammingo che si snoda tra viuzze e canali d’acqua. Famosi sono i suoi tour in barca o le mangiate di cozze e patatine fritte nella piazza centrale.
  • Knokke è la località di mare per eccellenza belga. E’ come essere in costa azzurra con il mare del nord e la movida posh che la sera brulica in centro e nei clubs. Non è di certo il mare cristallino ma è una pausa piacevole per la domenica iniziando con i cupcakes di Lilicup dopo un sabato sera a cena in riva al mare e discodance.

IMG_3345

 

IMG_0498

Cafedelapresse01

IMG_0978

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.