NYC – Manhattan city guide

IMG_0816

New York is always a good idea.

Tante sono le cose che si possono fare nella Grande Mela, dalle passeggiate a Central Park, la domenica in chiesa nell’Harlem per farsi scaldare il cuore dai canti gospel, il karaoke in K Town e la vista mozzafiato dal Top of the Rock.

New York è il rumore dell’ambulanza, odore di cucine etniche per la strada, culture multietniche che si incontrano, adrenalina, ordine e grattacieli imponenti.

Prima di iniziare la nostra piccola guida su questa città c’è una precisazione da fare. Quando parliamo di NY, non intendiamo solo Manhattan ma anche Queens, Staten Island, Bronx e Williamsburg. Quest’ultima è dove vivono la maggior parte dei newyorkesi in quanto più accessibile e a misura di famiglia.

MANHATTAN

Per capire come funzionano gli indirizzi a Manhattan ci vogliono un paio di giorni. Il distretto è diviso per blocchi e le strade, tranne poche eccezioni, non hanno nomi ma numeri in ordine crescente da Lower Manhattan in su.

LOWER MANHATTAN

Partendo dal Financial District troverete la famosissima Wall Street centro finanziario di NY. Tutto il quartiere è fatto di uffici e uomini in cravatta. Fermatevi per una foto con il toro, toccategli le palle, dicono porti fortuna, e continuate la camminata verso il World Trade Center.

Qui in ricordo dell’11 Settembre 2001 hanno eretto la Freedom Tower e costruito due fontane con i nomi di tutte le vittime dell’attentato.

Più su incontrerete Tribeca, China Town, Little Italy e Soho. I primi tre quartieri valgono una visita veloce in quanto non ci sono particolari attrazioni nei dintorni ma hanno sicuramente fascino. Di Little Italy purtroppo è rimasto veramente poco e tutti i posti sono molto turistici, mentre se capitate per cena in Tribeca vi consigliamo Locanda Verde.

Soho, è il quartiere più divertente dove fare shopping: dai negozietti ricercati, ai grandi store come Top Shop, Urban Outfitters, Steve Madden e Victoria Secrets.

Per mangiare invece, vi consigliamo The Dutch o Bagatelle in Spring Street. Più a Est trovate il Cafè Gitane, unico nel suo genere.

Qualche blocco più in là e arriviamo finalmente al West Village, Noholita e East Village.

WEST VILLAGE

Sicuramente uno dei nostri quartieri preferiti. Le sue villette a schiera, i bar, i ristoranti, W4 e i suoi neighbors che sembrano appena usciti da Sex and the City lo rendono così glam!

Perfetto per un brunch domenicale è Extra Virgin, questo locale è delizioso anche d’estate quando mettono i tavolini fuori. Se invece passeggiando per West 4 St. tra una vetrina e l’altra vi viene voglia di un dolcetto fermatevi da Magnolia Bakery e assaggiate uno dei loro brownies.

Al confine con Chelsea troverete il “Meatpacking District”.

Dove un tempo sorgevano le macellerie, da cui il distretto prende il nome, oggi si affacciano i locali più cool della città: da Pastis, allo Spice Market a Bagatelle per il brunch e per finire Le Bain, il rooftop dello Standard Hotel, se avete voglia di andare a ballare.

EAST VILLAGE

L’East Village è completamente diverso dal West. Passeggiando per il quartiere troverete numerosissimi negozi vintage, con abiti e top di pallettes a prezzi ridicoli, negozi di tatuaggi e locali dal mood etnico e un po’ hippie dove poter fumare il narghilè.

Se capitate per cena vi consigliamo Gnocco, la miglior pizza in città, oppure per un drink, non potete mancare il Barber Shop. Diffidate dalle apparenze a NY, nulla è come sembra.

Se di giorno questo locale ha le sembianze di un semplice barbiere, la sera, dietro quella piccola porticina in legno, si nasconde un mondo fatto di drink e luci soffuse.

MID TOWN

Per Mid Town intendiamo l’area compresa tra il Greenwich e Central Park. Questa zona comprende i grattacieli più famosi di NY tra cui: l’Empire State Building, il Chrysler, il Rockfeller Center (dal ‘Top of the Rock’, punta estrema del grattacielo, potrete godere di una delle viste più belle della città) e Time Square.

A Time Square andateci di sera, quando le luci dei cartelloni pubblicitari illuminano la notte. Vi sembrerà di essere dei bambini all’interno di un parco giochi.

Anche il Flatiron con la sua forma a ferro da stiro, che si affaccia su Madison Square Park, è degno di nota. Nel piccolo parco troverete Shake Shack, i migliori hamburger di NY. La fila è sempre lunghissima, ma non lasciatevi spaventare, ne varrà la pena. Non perdetevi le patatine con cheddar squagliato sopra e tenete a mente che gli hamburger sono molto piccoli, quindi vi consigliamo di prenderne due per non dover rifare la fila da capo.

Più ad ovest in linea d’area troverete Chelsea.

Questo quartiere si distingue per due motivi:

– Il Chelsea Market, mercato al chiuso molto curato, con diverse cucine. Prendete il sushi a portar via, alla fine del mercato, salite sull’High Line con una bella giornata e mangiate all’aperto.

– Il Chelsea Art District, che racchiude diverse gallerie una dietro l’altra in cui sono esposte le opere di artisti contemporanei.

UPPER MANHATTAN

Conosciuta grazie alla serie tv “Gossip Girl” come l’area più ricca e snob della città, si divide in Upper East e Upper West Side. A tracciare i confini di quest’ultime è Central Park, il parco più bello e romantico di tutto l’emisfero.

Questo parco è l’equilibrio perfetto tra natura e intervento umano. Il contrasto tra il verde e il grigio dei grattacieli che lo delimitano, ne fanno una delle caratteristiche più belle.

Nell’Upper East sorge imponente il Metropolitan Museum, uno dei più grandi musei di NY. Sempre in zona trovate anche il Guggenheim museum, un’opera d’arte che accoglie l’arte.

Anche il Moma, Museum of Modern Art, è uno dei nostri preferiti grazie alle bellissime mostre di arte moderna che racchiude al suo interno.

L’Upper Manhattan finisce con la zona dell’Harlem, famosa per le domeniche in chiesa accompagnate dai canti gospel.

IMG_0913
IMG_0783 copia
IMG_1203mod

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.