SPECIALE GRECIA

Folegandros01

E’ primavera, le giornate si allungano e si avvicinano i ponti e le vacanze estive. Per questo abbiamo deciso di scrivere uno speciale Grecia con i nostri indirizzi tra le mete del cuore, in cui il turismo svolge ancora un ruolo marginale, e svelarvi quelle che sono sulla nostra wishlist. Pronti per partire?

Folegandros, Cicladi

Questa piccola isola cicladica è forse una delle più belle, a detta nostra, isole della Grecia. Lontana dal turismo di massa di Santorini è un’isola ancora wild con poche strutture, ristorantini vista mare e una chiesa da cui potrete godere di un tramonto spettacolare, che infuoca la candida Chora a picco sul mare.

COME ARRIVARE
Vi conviene atterrare su Santorini e da lì prendere il traghetto.
SPIAGGE
Le spiagge di Folegandros sono fatte di ciottoli e quasi mai attrezzate. Vi consigliamo quindi di avere sempre con voi grandi bottiglie d’acqua, materassini per proteggere la schiena dai sassi e un ombrellone per ripararvi dal sole. Dimenticatevi il comfort, il bello di quest’isola è proprio il suo lato wild, le spiagge piccole e poco affollate e la sua acqua cristallina.

Livadaki: Si raggiunge con un barchino dalla spiaggia di Agali e fa tappa prima alla spiaggia di San Nicolao. Quest’ultima è meno bella della successiva ma ha una taverna deliziosa, Papalagi, dove vi consigliamo di fermarvi a pranzo. Polipi appesi alle carriole e una splendida vista sulla spiaggia la rendono davvero un posto magico.
L’ultima fermata porta a Livadaki, una delle più belle spiagge dell’isola. Mare cristallino, ulivi e rocce scoscese sotto cui ripararsi dal sole e leggere un bel libro.

320408_2314897992773_6901375_n

Vorina: Arrivate con il motorino o il quad ad Ano Meria e da lì camminate lungo il sentiero per una ventina di minuti. Ricordatevi di indossare delle scarpe comode e di portarvi il pranzo al sacco, la fatica verrà ripagata dal colore turchese dell’acqua e dal silenzio che vi circonderà. Essendo raggiungibile solo via terra infatti la spiaggia è isolata dal turismo.

Meritano una visita anche le spiagge a nord dell’isola dove scogliere e colline scoscese accompagneranno il vostro tragitto.

Folegandros02

DOVE DORMIRE

Provalma02
Senza dubbio al Provalma.
Cinque studios arredati secondo la tradizione greca a conduzione familiare con piscina vista Chora e torte home-made per colazione. Ad accogliervi troverete Giannis, il giovanissimo proprietario che insieme ad i suoi genitori manda avanti questa piccola oasi felice.
*Consigliato prenotare con largo anticipo.
Prezzi da 120 a 200€ per studios a seconda della stagione.

DOVE MANGIARE
Per l’aperitivo dopo aver goduto di uno dei più bei tramonti dalla chiesa di Panagia fermatevi alla terrazza dell’Anemomilos, un boutique hotel di lusso con vista mozzafiato a picco sul mare.
Vi consigliamo inoltre la colazione da Eisodos a due minuti dal centro e a cena da Flora-Mimis per gustare del buon polpo alla griglia.

Leros, Dodecaneso

Leros

Lontana dalle Cicladi, nel Dodecaneso, vicino alla Turchia sorge Leros. Tipica isola greca dalle contaminazioni turche, ha un fascino decadente, dato dal suo trascorso come base militare, molto distante dallo stile cicladico. Dimenticatevi infatti la Chora, il centro città, Leros è divisa in piccoli porticcioli.

COME ARRIVARE
Avete due opzioni: volare su Atene e prendere un piccolo aereo su Leros, oppure atterrare su Kos e raggiungere l’isola in traghetto.
SPIAGGE E PORTICCIOLI

Lakki: Principale porto da cui partono i traghetti questa località è piena di ristoranti e bar. A nostro parere la meno carina dell’isola, ma da qui si raggiunge a 5 minuti di vespa – mezzo di locomozione preferito dagli isolani, tanto da farci anche i raduni – il Lime Beach Bar di Stavros. Un bar/ristorante con tetto in paglia, tende e cuscinoni bianchi bordo mare da cui potrete godervi l’aperitivo o un pranzo tra una tintarella e l’altra. Dal Lime infatti si accede ad una piccola piattaforma attrezzata con ombrelloni e sdraio.

Pandeli: Piccolo porticciolo di pescatori su cui sorge un piccolo castello, oggi trasformato in un bar, e diverse taverne greche molto caratteristiche con piccoli tavolini sulla spiaggia. Da qui potrete raggiungere i famosi mulini di Leros, patrimonio Unesco, e la fortezza, che gode di una bellissima vista su Agia Marina e Alinda.

Agia Marina: Ad Agia Marina troverete caicchi attraccati, vespe, negozietti, pasticcerie e bar. Sul tragitto per Alinda si trova Mylos, uno dei nostri posti del cuore a Leros, un ristorantino con cucina locale proposta in chiave gourmet rispetto ai soliti ristoranti dell’isola.

Alinda: lingua di sabbia con mare a destra e locande a sinistra, dovrete percorrerla tutta e scavalcarla per arrivare ad una delle nostre spiagge preferite Dyo Lisgaria. Fermatevi qui per un bagno e pranzate da Zefyros.

A Nord dell’isola, in direzione dell’aeroporto si trova una delle spiagge più belle: Blefoutis. Una lunga baia di sabbia e ciottoli all’ombra di olivi secolari. Qui si trova una piccola locanda con cucina tipica molto buona. Anche questa spiaggia è attrezzata con ombrelloni e sdraio. Durante il tragitto in vespa fermatevi a vedere la chiesa in mezzo al mare di Sant’Isidoro.

DOVE MANGIARE
  • LIME BEACH BAR per aperitivo o pranzo, a Lakki.
  • MYLOS, per cena romantica davanti ad un mulino.
  • DIMITRIS per una cena tipica greca, tra le migliori cucine dell’isola. Delizioso il patio fuori d’estate.
  • ZORBAS, sulla spiaggia di Panteli.

Non dimenticate di assaggiare i piatti tipici come lo tzatziki, tipica salsa greca, la moussaka, una versione greca della nostra parmigiana di melanzane e la feta in pasta kataifi.

Ikaria, Egeo

L’isola di Icaro ci è stata consigliata da amici. Non vediamo l’ora di fare un bagno tra le acque cristalline della spiaggia Seychelles. Il nome già dice tutto.

Amorgos, Cicladi

Poco distante da Folegandros, questa minuscola isola viene definita il gioiello delle Cicladi. Assolutamente da provare.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *